Skip to content

CURSOSGRATUITOSBR.ORG

Scarica film e libri gratuitamente sul mio blog personale :)

GIOCHI CON TABELLINE DA SCARICARE


    Contents
  1. Matematica 34 esercizi tabelline tavola pitagorica per la scuola primaria
  2. App per imparare le tabelline
  3. 12 strategie divertenti per imparare le tabelline
  4. Giochi con le tabelline

Qui puoi giocare con le tabelline online. Esercitati in modo divertente con giochi come Gatto delle Tabelline oppure Memory. Progettati per bambini di anni. Impara qui tutte le tabelline dall'1 al 10 con il programma 5-fasi. Esercitati con i test a tempo, i giochi e i fogli di lavoro e otterrai il diploma. Con questa applicazione, i bambini possono andare oltre la tavola pitagorica e consolidare le conoscenze acquisite a scuola. L'applicazione è divisa in due. App educativo per i bambini per aiutarli a imparare a moltiplicare. Tabelline, moltiplicazioni, matematica. Le tabelline Giochi è un modo divertente per i bambini. Questi esercizi riprendono i vecchi giochi con il battito delle mani e sono di solito molto . Esercizi sulle tabelline, da fare online senza scaricare nulla.

Nome: giochi con tabelline da re
Formato:Fichier D’archive (Giochi)
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Gratis!
Dimensione del file:17.51 Megabytes

Avete presente il memory , quel gioco che consiste nel riuscire ad accoppiare due carte uguali? Tutti ci abbiamo giocato, prima con i nostri figli, ora con i nipotini. Non si tratta infatti solo di esercitare la memoria visiva per ricordarsi la posizione delle carte, ma anche di ripassare le tabelline.

Trovi il memory delle tabelline dal 6 al 10 a questo link: 8 anni — Il memory delle tabelline Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I cibi e gli alimenti. Gli animali e gli insetti. Ore, Giorni, Settimane, Mesi…. Sagome adesivi, etichette …. Aforismi e frasi celebri. Giochi e schede varie. Giorno del Ringraziamento. Le clipart utilizzate provengono — se non diversamente indicato- dalla raccolta multimediale Microsoft. Tutte le schede ed il materiale qui riportato possono essere liberamente scaricati, stampati ed utilizzati, ma non possono essere usati nè a scopi commerciali nè editoriali.

Un ulteriore grazie anche da parte mia. Buonasera Mamma , sono veramente felice di aver trovato questo materiale, Lo pubblico subito su facebook per chi ne avesse bisogno.

Matematica 34 esercizi tabelline tavola pitagorica per la scuola primaria

Saluti, Aminata. Grazie Simone per i complimenti. Sono contenta che tu abbia trovato del materiale utile. Un caro saluto. Grazie per i complimenti. Sono contenta che il mio lavoro ti possa essere utile. Un abbraccio. Complimenti di cuore! Cinque-dieci minuti al giorno di allenamento con le tabelline!

App per imparare le tabelline

Ce ne sono diverse che potete acquistare a un prezzo che varia da 0,80 a 2 euro circa. Vale la pena provarle. Chi scrive ha apprezzato i risultati ottenuti dal figlio con questa App semplicissima , che simula una specie di battaglia navale.

Ovviamente, al posto delle parole, occorre 'indovinare' i numeri che sono il risultato di una moltiplicazione. Questo metodo è usato anche a scuola - come nell'esempio del crucilab che vi riportiamo qui sotto - ma potete prendere spunto e inventarne di simili per i vostri figli.

12 strategie divertenti per imparare le tabelline

Per rendere tutto più simpatico, usate cartoni e pennarelli colorati per tracciare lo schema, e improvvisate una bella gara con tutta la famiglia. Un approccio divertente alle tabelline aiuta a renderle meno 'antipatiche' a ogni bambino. Con un po' di creatività, molta?

È possibile creare uno speciale puzzle associando numeri e colori: questo stratagemma ha un impatto visivo che poi aiuta a memorizzare. Forse è invece un po' laborioso da preparare per il genitore se non ama mettere mano a forbici e carta Per prima cosa, è indispensabile creare una cartella meglio usare cartoncino pesante con una griglia a quadrettoni che riprenda la struttura della tavola pitagorica ma in versione incompleta.

Il quadrato è composto da caselle bianche ed è 'circondato' da una riga e una colonna, in orizzontale e verticale a forma di L capovolta con i numeri dall'uno al Nell'incrocio tra i due 'bracci', si trova il simbolo matematico della moltiplicazione x.

A questo punto, è importante stabilire un colore fisso per ogni numero che compare più volte: per esempio, le tessere per il 4 sono rosse, quelle per il 9, blu e giallo spetta al numero Un'altra possibile alternativa per le mamme o i papà particolarmente bravi con il 'fai-da-te' per i più piccoli è quella di creare un vero e proprio puzzle, appiccicando pezzi di immagini dietro a ogni quadrato.

Questo gioco della tavola pitagorica colorata stile puzzle prende spunto ed è liberamente adattato in versione più semplice e 'casalinga'! Forse, non sembrerà 'originalissimo', ma anche i vecchi trucchi possono funzionare. Questo è il caso di rime e filastrocche a cui ricorrevano anche le maestre di 30 anni fa!

Provate a inventarne di nuove o ad attingere dalla memoria di nonni, zie, amici E, se una filastrocca intera è troppo difficile per il vostro bimbo, proponetegli anche brevi e simpatiche rime basate su una singola moltiplicazione. Qualche idea?

Giochi con le tabelline

Insomma, basta un po' di fantasia per imparare allegramente perfino le tabelline. Il gioco si ispira alla tradizionale tombola ma in questo caso si estraggono moltiplicazioni e non numeri da un sacchettino. È un ottimo sistema per 'far allenare' i bimbi più grandi giocando tutti insieme, ma richiede un po' di preparazione da parte dell'adulto.

La cartella di gioco riprende la struttura della tavola pitagorica ma resta incompleta riportando una serie di numeri, a scelta, come nell'esempio qui sotto.

È indispensabile segnare, magari con un pennarello colorato, la stessa quantità di numeri, pur se diversi, in ogni cartella per esempio, 20 per ciascuna. Attenzione anche a 'bilanciare' un po' la scelta: non sarebbe sportivo abbondare con i risultati delle tabelline dell'8 e del 7 in una cartella e mettere solo quelli del 2 o del 3 in un'altra. Ovviamente, è possibile sfruttare la situazione gioco proprio per il ripasso del bimbo, privilegiando, in qualche modo, le tabelline che digerisce meno.

In un sacchettino, infilate tanti foglietti con le moltiplicazioni che corrispondono ai numeri scritti in precedenza sulle cartelle.

A ogni turno, il giocatore pesca un bigliettino, esegue l'operazione e controlla se il risultato corretto è presente sulla sua cartella. In caso positivo, appoggia sopra un segnalino i centesimi possono andare bene o lo evidenzia con un pennarello.

Alla fine, vince chi completa tutta la sua tabella a patto di avere fatto i calcoli corretti! Quanto al risultato della moltiplicazione 'pescata', decidete voi se verificarlo a ogni mano o allo scadere di un tempo di gioco stabilito.

Il vecchio gioco della battaglia navale - che sembra piacere ancora alle 'nuove generazioni' ve lo ricordate? Nulla vieta di ricorrere allo stesso stratagemma anche a casa, magari, coinvolgendo tutta la famiglia, a turni, in una grande sfida matematica con le operazioni della tavola pitagorica In alto, inserite i numeri dall'1 al 10, in senso orizzontale e poi incolonnateli in verticale. Tra le due file di caselle che formano una L rovesciata , un quadrato è riservato al simbolo x: in questo modo si ottiene una tabella con caselle bianche una tavola pitagorica 'da riempire', insomma.

A questo punto, come nella classica battaglia navale, ogni giocatore sceglie dove collocare le sue navi stabilite una dotazione, per esempio, di 10 imbarcazioni a testa. Per invogliare il bambino e coinvolgerlo al massimo, potete invitarlo a costruire le barche con cartoncini colorati se non ha voglia, basta disegnarle a matita come una volta!

Ma non è tutto: si deve decidere la composizione della flotta e la lunghezza massima, per esempio, dell'ammiraglia 4 quadrati caselle e di tutte le altre barche. Scopo del gioco tradizionale è indovinare le coordinate per colpire le navi nemiche sulla tabella del gioco. In questa Battaglia matematica, invece, le barche sono visibili: per affondarle, serve 'azzeccare' le moltiplicazioni e il risultato della tavola pitagorica.

Quando sbaglia le coordinate o il calcolo, cioè la moltiplicazione , passa il turno all'avversario. Ai più grandicelli, che già conoscono le tabelline, ma sembrano dimenticarle molto facilmente, potrebbe piacere cimentarsi esercitandosi per gioco!

In questo caso ne servono due con 10 facce: a ogni tiro, il giocatore deve fare la moltiplicazione tra i due numeri usciti. Vince il giocatore — o la squadra — che riesce in un tempo stabilito minuti a completare la sequenza di almeno una tabellina.