Skip to content

CURSOSGRATUITOSBR.ORG

Scarica film e libri gratuitamente sul mio blog personale :)

CONCENTRAZIONE A PILA SCARICA


    Le pile a concentrazione sono pile in grado di erogare corrente elettrica sfruttando due semicelle galvaniche contenenti la medesima specie chimica a due. la fem non ho avuto problemi a calcolarla, ora però mi viene chiesto di calcolare la concentrazione degli ioni A^- a pila scarica. le uniche. La pila si scarica quando C1 = C2 e pertanto durante il suo funzionamento, la concentrazione degli ioni contenuti nella soluzione più diluita. Possiamo calcolare la concentrazione degli ioni H+ mediante la formula Durante la scarica della pila il potenziale catodico diminuisce. Scarica gratis Pile a concentrazione Tali celle sono dette pile a concentrazione . Se colleghiamo i due elettrodi otteniamo una pila a concentrazione in cui.

    Nome: concentrazione a pila
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file:21.53 MB

    CONCENTRAZIONE A PILA SCARICA

    Sappiamo che esistono sostanze che conducono la corrente elettrica. Le migliori sono i metalli lo si capisce ricordando le caratteristiche del legame metallico , detti conduttori di I specie : se sottoposti a una ddp differenza di potenziale , in essi avviene passaggio di elettroni, che trasportano cariche, ma non materia. Tra i riconoscimenti dei quali fu insignito ricordiamo il premio Nobel per la chimica, ottenuto nel Scrisse opere di chimica fisica, chimica biologica, elettrochimica e astronomia.

    Gli elettroliti forti sali, idrossidi alcalini e alcalino-terrosi, che sono ionici anche nello stato solido, acidi forti, etc.

    Pile tipo Daniell:. Possono essere rappresentate dallo schema della pila Daniell con elettrodi di metalli differenti. Pile a gas :.

    l'elettrochimica

    Sono costituite da due elettrodi indifferenti sui quali si fa gorgogliare il gas elettrodi a gas. Per es. Pile a concentrazione:. Sono costituite da due elettrodi eguali immersi in due soluzioni dello stesso elettrolita a concentrazione differente. In questo tipo di pila il lavoro elettrico viene compiuto dal lavoro osmotico del nitrato di argento nel passaggio dalla soluzione più concentrata c 1 a quella più diluita c 2.

    Sono costituite da due elettrodi indifferenti immersi in amalgami di uno stesso metallo a concentrazione differente o in amalgami di metalli differenti. Formate da due semielementi elettrodi di tipo differente:. Se le p.

    Sotto questo punto di vista le batterie si possono suddividere in primarie e secondarie. Le batterie primarie corrispondono alle p. Fino agli inizi degli anni Settanta la richiesta di batterie primarie veniva interamente soddisfatta dalle batterie tipo Leclanché, mentre la richiesta di accumulatori veniva soddisfatta dalle batterie a piombo e dagli accumulatori alcalini al ferro-nichel che verranno in seguito descritti.

    Lo sviluppo tumultuoso dell'elettronica e dei transistor ha portato alla realizzazione di sistemi elettrici sempre più piccoli che richiedono batterie di dimensioni adeguate, di sicura affidabilità, di lunga durata e di tensione costante nel tempo. Le pile miniaturizzate , usate per orologi, pacemakers , auricolari, ecc. Per molti usi devono permettere una scarica a bassa ma costante intensità e nello stesso tempo, in caso di emergenza, fornire intensità più elevate p. Le pile per oggetti portatili di tipo Leclanché, insieme alle batterie Ruben-Mallory Zn-HgO, sono oggi quelle più usate.

    More stuff

    In molti casi per oggetti costosi telefoni portatili, giocattoli sofisticati o radiocomandati, rasoi elettrici, trapani elettrici si usano anche p. Le batterie per avvio di motori più usate sono gli accumulatori al Pb che negli ultimi anni sono confezionati a chiusura ermetica.

    Il loro prezzo è abbastanza basso in conseguenza della larga produzione destinata alle automobili. Negli aerei vengono usate preferibilmente batterie al nichel-cadmio. Le batterie per trazione sono quelle oggi più studiate per i vantaggi della trazione elettrica rispetto a quella tradizionale a carburante; le batterie per trazione devono permettere al veicolo velocità, facilità di rifornimento e autonomia paragonabili a quelli oggi raggiunti nei veicoli con motore a scoppio.

    Il vantaggio più grande della trazione elettrica è l'assenza di gas di scarico inquinanti l'atmosfera.

    Nonostante i progressi raggiunti la trazione elettrica a batterie è oggi limitata a veicoli che non debbano percorrere lunghe distanze e raggiungere elevate velocità. Anche il rifornimento di tali veicoli, che corrisponde alla ricarica delle batterie, è molto più lungo rispetto ai rifornimenti di carburanti che si effettuano in pochi minuti.

    La ricerca in questo campo è attiva in tutti i Paesi. Le batterie stazionarie devono avere una elevata capacità e sono del tipo al Pb.

    Le batterie per livellare i carichi sono indispensabili tutte le volte che devono sostituire gli alti e bassi dei consumi in centrali idroelettriche, o in qualsiasi tipo di centrale nella quale si hanno dei picchi di carico durante le ore della giornata o tra il giorno e la notte. Nella stessa tabella sono elencate alcune batterie speciali le quali si differenziano in qualche modo per il meccanismo di generazione dell'energia elettrica o per i particolari usi a cui sono destinate e di esse vengono riportate le principali caratteristiche.

    Pile a combustibile o a combustione in inglese " fuel cells " :.

    In questo tipo di pile è possibile una combinazione diretta del combustibile e del comburente senza cicli intermedi di combustione con simultanea produzione di energia elettrica. I tipi più moderni di pila a combustione usano aria della quale utilizzano l'ossigeno, mentre l'idrogeno lo ricavano dagli idrocarburi che nella stessa pila lo forniscono attraverso processi di cracking o di reforming. Generalmente le nuove pile a combustione vengono classificate in base all'elettrolita usato acido fosforico o carbonato fuso e in base al combustibile metano, nafta, liquidi derivati del petrolio e dal carbone, carbone.

    Idea 10 elettrochimica. Pile a concentrazione.

    La tecnologia delle pile a combustione, usate in campo aerospaziale, è stata sviluppata intensivamente mirando ad applicazioni terrestri di tipo industriale, militare e per autotrazione, allo scopo di poter fornire una valida alternativa alle fonti tradizionali per la produzione di energia elettrica. Le principali caratteristiche degli impianti basati su queste pile sono: alta efficienza in un'ampia banda di carichi, indipendentemente dalle dimensioni; bassa immissione di sostanze inquinanti nell'ambiente esterno; rapidità di installazione; funzionamento silenzioso; possibilità di installazione nei luoghi stessi in cui l'energia deve essere consumata.

    Le pile a combustione sono già oggi economicamente convenienti nelle ore di massima richiesta di energia elettrica, come centrali ausiliarie. In futuro, il perfezionamento dei processi industriali di gassificazione del carbone renderà il costo dell'energia prodotta da centrali autonome competitivo con quello delle centrali a carbone.

    Previous Next. Invia un esercizio Questa sezione è dedicata allo svolgimento di esercizi di chimica o problemi di qualsiasi difficoltà. Saggi ai tubicini 2 Ott Misura della conduttività 22 Set Diagrammi di fase. Soluzione solida completa 4 Set Energia libera di formazione 4 Ago Acido cromico 13 Ott Acido fosforoso 11 Ott Reazione di Ritter 9 Ott Cloroprene 7 Ott Recent From Stechiometria Osmolarità 16 Ott Conversione da moli a grammi.

    Pensiamo che vi sia piaciuta questa presentazione.

    Per scaricarla, consigliatela, per favore ai vostri amici su un qualsiasi social network. I tasti si trovano più in basso. Pubblicato Franca Mereu Modificato 4 anni fa. Gli ioni dei metalli che seguono l'idrogeno nella scala dei potenziali di riduzione si riducono più facilmente di esso, raggiungendo il catodo captano elettroni riduzione , diventano atomi neutri e si depositano sul catodo in forma di metallo.

    Gli ioni cloruro, Cl -, se la soluzione è concentrata, si ossidano più facilmente degli ioni ossidrilici, raggiungono l'anodo, cedono elettroni ossidazione e si ha quindi sviluppo di cloro gassoso. Gli anioni degli ossiacidi e gli ioni fluoruro si ossidano meno facilmente degli ioni ossidrilici che, reagendo a due a due, danno acqua e sviluppano ossigeno gassoso. Il ricorso a solfato di potassio serve solo per aumentare la conducibilità della soluzione: siccome l'acqua pura è molto poco dissociata, è necessario ricorrere ad un elettrolita per aumentare la conducibilità della soluzione.

    La reazione che si realizza sarà quindi data dalla due semireazioni I fenomeni chimici Tutti gli elementi , tranne i gas nobili, hanno la tendenza ad unirsi tra di loro per formare le varie sostanze.